Diamanti e investimenti? [Come si costruisce una trappola]

Il Corriere rilancia una questione che ha tenuto banco il mese scorso, una specie di trappola per generare commissioni dalla clientela sfruttando dei noti errori comportamentali.

La trappola funziona così:

– I diamanti sono un bene rifugio noto dall’antichità che affascinano con il loro splendore e la loro purezza?

– SI.

– Il sistema finanziario è ritenuto da una grande fetta della popolazione (con ragione) molto complesso ed insidioso?

– SI

– I diamanti sono il nuovo eldorado che garantisce a tutti stabili e ingenti profitti indipendentemente dai mercati finanziari?

NO, proprio per niente.

Tuttavia chi ha risposto si alle prime due domande può essere facilmente manipolato ad investire in un contratto costoso e per nulla trasparente che ha come oggetto i diamanti.

Si utilizza una esca piena di carica emozionale (come diamanti, oro, immobili in località esotiche, criptovalute, settori azionari etc) per costruirci sopra una trappola piena di commissioni che evidenzi solo la faccia buona della medaglia.

A casa mia si chiama truffa, forse ora anche a casa di qualche banchiere.

Domande? Curiosità? Contattami con il form che trovi qua sotto!


Condividi con i tuoi amici! Share on Google+

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *