15608568_s

I vantaggi dell’ oro in portafoglio – 2

 

Articolo di Fabrizio Monge – Consultinvest Investimenti Sim spa – Monasterolo di Savigliano .

A seguito dell’ articolo della settimana scorsa sui vantaggi dell’ inserire dell’ oro fisico in un portafoglio di investimento diversificato abbiamo ricevuto diversi commenti e richieste di dettagli sia da nostri investitori nell’ area di Savigliano che da nuovi utenti e da colleghi.

Particolarmente interessanti ci sono sembrate le considerazione fatte dal dott Antonio Lapicca, nostro collega della Sardegna, che ci ha segnalato questo grafico comparato fra l’andamento dell’ indice Dow Jones e delle quotazioni dell’ oro in Dollari americani dal 1980 tratto da Stockcharts.com.

 

comparazioni indici

Prendiamo spunto dal grafico per fare alcune considerazioni e ribadire alcuni punti già evidenziati in altre analisi su questo blog; le analisi sono soprattutto di tipo “comportamentale” e riteniamo come sempre che quando si parla di approccio emotivo agli investimenti sottolineare i concetti importanti non sia mai superfluo.

1) L’oro, come tutte le asset class volatili, non è mai un investimento da valutare singolarmente ma solo e sempre un tassello di investimento. Chi conosce il nostro metodo di lavoro lo sa bene.

Da questo grafico il concetto esce particolarmente rinforzato dato che nell’ articolo precedente, l’unico calo analizzato era quello relativo al periodo 2012-2013. Qua appare evidente come estendendo il periodo di ricerca ai 30 anni precedenti, possiamo analizzare un calo delle quotazioni dell’ oro durato ben 20 anni, in particolare dai massimi del 1980 ( 834 USD ) al 2000 con quotazioni intorno ai 300 dollari. Occrrerà aspettare fino al 2007 per rivedere le quotazioni del 1980.

Il concetto che vogliamo ribadire è questo: l’oro non è un investimento Ideale, ma è un investimento che funziona ottimamente come copertura dal calo dei mercati azionari.

 

2 ) Anche in un periodo di analisi decisamente ribassista per le quotazioni del metallo giallo come quello preso in considerazione, l’oro ha funzionato molto bene come protezione . Il nostro metodo parte infatti dal presupposto che fare previsioni sia estremamente difficilie e pericoloso ed occorra quindi strutturare portafogli solidi, che funzionino a prescindere da quale sarà l’andamento futuro dei mercati.

Questo grafico di Qualityinvest che abbiamo trovato in rete chiarisce molto bene il concetto.

Indice Azioni Usa e Andamento prezzo Oro dal 1969 - Fonte qualityinvest.net.
Indice Azioni Usa e Andamento prezzo Oro dal 1969 – Fonte qualityinvest.net.

 

Appare chiaro come il portafoglio ( ipersemplificato ) che risulta dall’ abbinamento Oro e Azioni sia stato estremamente più stabile delle sue due componenti grazie alla decorrelazione di queste ultime. Ovviamente un investitore con la sfera di cristallo avrebbe potuto saltare di qua e di là al momento giusto realizzando un performance migliore.

Il problema è che di investitori con la sfera di cristallo ( sia piccoli che grandi e professionali ) io non ne ho conoscituti. Abbiamo conosciuto promotori finanziari, bancari e consulenti indipendenti che si vantavano di averlo per spillare i quattrini alla gente, questo si, ma è un’ altra storia.

 

Se volete saperne di più sull’ utilizzo delle decorrelazioni per costruire portafogli a ritorno assoluto potete scrivermi all’ indirizzo fabrizio.monge@gmail.com, venirmi a trovare in studio a Monasterolo di Savigliano fissando un appuntamento, oppure telefonarmi al 346.010.958.9.

 

Se avete domande su questo od altri temi di investimento potete inserire le vostre richieste cliccando QUI.

 

Per chi volesse ricevere gli aggiornamenti del blog gratuitamente sulla sua casella mail può cliccare qui ed iscriversi subito.

 

Fabrizio Monge – Consultinvest Investimenti Sim spa – Investimenti a Monasterolo di Savigliano.


Condividi con i tuoi amici! Share on Google+

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *