10463107_s

Si può ancora effettuare la compensazione? Con quali regole?

Una nostra lettrice ci scrive per sapere se sia ancora possibile effettuare la compensazione tra utili e perdite .

Domanda di A.P. :Ho delle Azioni e Bond e altro che purtroppo saranno tassate dal 20 al 26%. Prima potevo fare la compensazione con le perdite e utili oggi sembra che sia stata cancellata la possibilità di poter compensare?
Grazie per la delucidazioni
Saluti
A.

Risponde Fabrizio Monge – Promotore Finanziario di Consultinvest Investimenti Sim a Monasterolo di Savigliano:

Buongiorno e grazie per averci contattato.
La materia è abbastanza complessa per cui se non fosse chiara la risposta la invito a contattarmi telefonicamente al 346.010.958.9.
Il Decreto Legge n. 66 del 24 aprile 2014 “Misure urgenti per la competitività e la giustizia sociale” ha introdotto la tassazione al 26% su tutte le rendite finanziarie ad eccezione dei profitti realizzati sui titoli degli stati appartenenti alla ” White List” .
Per quanto concerne Azioni e Bond è possibile effettuare la procedura di affrancamento delle plusvalenze ottenute  prima del 1 luglio 2014 facendo richiesta alla propria banca o sim entro il 30 settembre.
In pratica si può decidere di pagare sulle plusvalenze già maturate al 30 giugno , l’imposta del 20% ( come se vendesse il 30 giugno e riacquistasse gli stessi titoli il giorno successivo senza pagare le commissioni della banca o sim). Da quella data chi non ha effettuato l’affrancamento dovrà pagare il 26% anche sui profitti eventualmente già maturati prima del 1 luglio.
Si potrà continuare a compensare Plusvalenze e minusvalenze, tenendo presente però che continua a valere la regola per la quale i “Redditi di capitale” e i “Redditi diversi” non possono essre tra loro compensati  ( allego tabella)
Tabella
Per quanto concerne le compensazioni occorre distinguere :
le minusvalenze maturate prima del 1 luglio potranno essere utilizzate per compensare plusvalenze successive in questi termini che riporto :Eventuali minusvalenze residue (quindi redditi diversi negativi) al 30 giugno 2014 possono essere portate in deduzione di plusvalenze (configuranti redditi diversi di natura finanziaria) realizzate dopo il 1 luglio 2014 per una quota del 48.08% del loro ammontare, se realizzate fino al 31 dicembre 2011 (fino a quando l’aliquota era del 12.50%) e per una quota del 76.92%, se realizzate dal 1° gennaio 2012 al 30 giugno 2014.
Le minusvalenze realizzate successivamente al 1 luglio potranno essre interamente compensate con le future plusvalenze.
Tenga presente che :
– Le minusvalenze vanno utilizzate in compensazione nei 4 anni di imposta successivi, dopo tale data non possono più essere utilizzate.
– Non è consentito portate in compensazione ” redditi diversi” e “redditi di capitale” (come da tabella di cui sopra).

Se non fosse chiara la risposta non si faccia problemi a chiamarmi sul cellulare.

Cordiali saluti.

Se anche Tu vuoi inviarci la tua domanda su Investimenti, Risparmio e Fiscalità degli investimenti Clicca Qua!

 

 


Condividi con i tuoi amici! Share on Google+

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *