20131206-144808.jpg

Il fondo di investimento è sicuro? I rischi dei prodotti a capitale garantito.

Ma quello che mi propone è un Investimento Sicuro?

Questa è una delle domande che mi vengono rivolte più spesso .

Tengo a precisare che questo articolo non è finalizzato alla vendita di alcun prodotto o servizio, innanzitutto perchè non sarebbe legale e poi perchè ogni valutazione di investimento deve essere fatta necessariamente partendo dalla situazione patrimoniale e dagli obiettivi di investimento del risparmiatore.

Sono molto diffusi blog di finanza che propongono soluzioni definitive a tutte le esigenze, qui da me troverete solo spunti di ragionamento. Prima di investire ragionate sempre sui vostri obiettivi, la vostra capacità di sopportare i periodi di ribasso, le vostre aspettative, magari ragionatene con il vostro consulente e se vi piace il mio modo di ragionare su questi temi potete chiamarmi.

Io non acquisto praticamente mai strumenti o prodotti cosiddetti ” a capitale garantito “. Conseguenza automatica che non li acquisti io per la mia famiglia è che io non li proponga a casa d’altri.

Il fatto che IO  non compri i prodotti a capitale garantito ma preferisca un buon fondo di investimento non significa che tu debba fare come me, però se hai pazienza di leggere il post fino al fondo potreste avere una idea più completa della situazione.

 

Banner_Guida

Voglio condividere alcune riflessioni.

Esaminiamo con distacco cos’è una garanzia all’ interno di un prodotto finanziario : la garanzia e’ un obbligo, di pagare una determinata cifra ad una scadenza . Scritto su un pezzo di carta ( il Contratto)

Fino al momento in cui il soggetto obbligato a pagare ha i mezzi per adempiere al suo debito pagherà interessi e capitale senza problema.

A volte succede che il debitore ( Emittente ) non abbia i mezzi per pagare, oppure che nella sua contabilità aziendale sia più conveniente fallire piuttosto che pagare.

In questi casi tu risparmiatore/investitore ti ritrovi in una situazione difficile, non è un ribasso momentaneo delle quotazioni, come può accadere in un fondo di investimento. E’ una perdita definitiva.

Argentina, Cirio , Giacomelli, Grecia , ti dicono qualcosa ?

Sono tutti casi di perdita secca per i sottoscrittori di prodotti obbligazionari a capitale garantito alla scadenza .

Qui non era sufficiente aspettare a vendere . Qui hai perso e basta .

Alcuni sostengono che in Italia le banche non falliranno mai , io non faccio previsioni ; solo ritengo che non è necessario aspettare che succeda per poi scendere in piazza a manifestare .

Ritengo più efficiente investire su uno strumento che non possa fallire . Che abbia magari anche delle oscillazioni di prezzo ma che non possa fallire.

Cosa succede ad un fondo di investimento se il gruppo bancario/industriale di cui fa parte dovesse fallire? Non succede nulla . Il patrimonio del fondo è legalmente separato da quello della società che lo Gestisce, dalla banca depositaria e dal soggetto collocatore.

Un caso pratico: Confronto fra un prodotto a capitale garantito e un fondo emessi da un gruppo finanziario che è fallito.

Il 15 settembre 2008 la società ha annunciato l’intenzione di avvalersi del Chapter 11 del Bankruptcy Code statunitense (una procedura che si attua in caso di Bancarotta)

La Lehman aveva anche una società di gestione di fondi, la Neuberger Berman.

Confrontiamo che cosa è successo, nei fatti , ad un prodotto a capitale garantito dalla banca e ad un fondo di investimento del gruppo.

Questo l’andamento di un suo Prodotto a capitale garantito ( !! ) con cedola al 4,75%  paragonato ad un fondo gestito dalla sua SGR.

lehmannneuberger berman high yeld

Il Fallimento della nota banca d’affari ha provocato uno tsunami finanziario epocale, tuttavia dopo 6 mesi di sofferenza il fondo ha recuperato ed oggi si ritrova a +80% . Il prodotto garantito quota invece 18 dollari contro i 100 dell’ emissione.

Ora ti è più chiaro quando dico che la garanzia è solo un pezzo di carta e che conta solo se chi mette la firma al fondo del pezzo di carta ha i soldi?

Un Fondo non ha la garanzia di prezzo a scadenza ( che abbiamo visto quanto conti realmente) però ha la ” garanzia “ di separazione patrimoniale.

Gli attivi del fondo sono separati e non possono essere utilizzati per far fronte ai debiti nè della società di gestione, nè della banca depositaria nè tantomento del soggetto collocatore.

Un fondo ha la “garanzia” di diversificazione, Nel fondo ci sono decine o centinaia di aziende diverse perciò un eventuale default impatta per qualche centesimo.

Ora io trovo bizzarro che ai risparmiatori di mezzo mondo non sia chiaro che la garanzia del capitale alla scadenza, in caso di default dell’ emittente,  funzioni come una ruota da corsa sui chiodi .

Ora, se avete voglia, tornate a comprare i prodotti a capitale garantito, poi lo spiegate voi ai vostri figli cosa è successo nel 2008.

super-papa

Ps . Se volete l’elenco completo delle banche fallite negli anni e degli stati che hanno fatto default basta che cercate su Wikipedia.

Ma in Italia è diverso ! ( ecco bravi )

L’abitudine molto dura a morire, che in finanza comportamentale viene catalogata con dei canoni ben precisi, è quella di pensare che queste situazioni pericolosissime accadmo solo all’ estero.

Riporto due casi di questi giorni in cui qualche obbligazione bancaria ha iniziato a scricchiolare,

si tratta di titoli subordinati, a cui dedicherò un post più tecnico a parte, ma ritengo con buona approssimazione che il risparmiatore medio non sappia distinguere tra obbligazioni senior, tier I, II etc.

Carige

mps

Mi Ripeto:

Alcuni sostengono che in Italia le banche non falliranno mai , io non faccio previsioni ; solo ritengo che non è necessario aspettare che succeda per poi scendere in piazza a manifestare .

Ritengo più efficiente ( IO ) investire su uno strumento che non possa fallire . Che abbia magari anche delle oscillazioni di prezzo ( Volatilità) ma che non possa fallire ( rischio di controparte concentrato)

Ovvero, se voglio fare rendimento, preferisco la volatilità ( oscillazione periodica dei prezzi ) rispetto al rischio di controparte.

Secondo la mia regola pratica- IO ( ma non significa che lo debba fare anche tu) compro le quote di fondi e sicav, perchè conosco l’argomento, so cosa c’e’ dentro e ho un buon metodo per selezionare i migliori e più efficienti.

Se vuoi mi puoi contattare e ne parliamo di persona. Però un risultato simile lo puoi ottenere comprando Quadri, Oro, Immobili etc. solo che io non vi dico nulla perchè non sono abbastanza esperto di questi temi.

Se invece preferisci continuare ad acquistare obbligazione bancarie o societarie cerca di verificare le solvibilità degli emittenti.

Per capire se l’emittente delle tue obbligazioni puoi consultare i rating ( ultimamente godono di scarsa reputazione), leggere i bilanci ( ma è difficile da solo) oppure se il tuo emittente è di grosse dimensioni puoi guardare il CDS del titolo.

Il CdS ( credit default swap ) è in parole molto povere, il costo per assicurarsi dal fallimento di una società. E’ un parametro che non viene pilotato come il rating perchè lì le istituzioni finanziarie sono quelli che pagano, quindi è molto attendibile.

Più è alto il CDS più l’emittente è a rischio.

Puoi consultare il prezzo del CDS sia per gli stati sovrani che per le società private che per le banche.

Scoprirai che gli emittenti solidi danno delle cedole davvero molto basse.. e che le banche che danno interessi elevati hanno un rischio molto alto.

Come al solito se l’articolo ti è piaciuto puoi condividerlo sui social o inviarlo via mail ai tuoi amici.

e non dimenticare la Regola dell’ esperienza diretta.

Fabrizio Monge

——
[facebook-comments-master]


Condividi con i tuoi amici! Share on Google+

4 thoughts on “Il fondo di investimento è sicuro? I rischi dei prodotti a capitale garantito.

  1. Buongiorno Fabrizio, mi sono imbattuto per caso nel suo blog che trovo molto utile e interessante…
    Vorrei farle un domanda circa il mio fondo d’investimento, l’Aiuto nel quale ho la maggior parte dei miei investimenti e che ora perde circa il 10%. Come vede lei la situazione?
    Grazie se mi vorrai rispondere!
    Cordiali saluti, Michele

      1. Buongiorno, Intanto la ringrazio per la domanda.
        Purtroppo dai dati che mi comunica non mi è possibile comprendere di quale strumento finanziario si tratti. La inviterei, qualora lo ritenesse opportuno, ad inviarmi il codice ISIN del fondo, in modo da poter fare una analisi approfondita.
        Dopo averlo analizzato dovremo fare tre cose:
        a) capire se il fondo è adatto ai suoi obiettivi di investimento, alla sua tolleranza ai rischi ed al suo orizzonte temporale
        b) capire se il fondo si combina in modo appropriato con gi altri strumenti che ha in portafoglio
        c) se le due domende precedenti avranno risposta affermativa occorrerà capire se il fondo in questione è efficiente rispetto alla sua categoria oppure se sia meglio sostituirlo.

        Spero di avere presto sue notizie.

        Grazie e buona giornata!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *